Vuoi vendere casa a Milano?

vendere casa

Realizzare la vendita di una proprietà nell’area metropolitana di Milano può rappresentare per il proprietario dell’immobile un incasso immediato di liquidità. Ma per quanto questa operazione possa sembrare semplice può celare alcuni intoppi che possono far perdere prezioso tempo e, in alcuni casi, addirittura del denaro. Analizziamo insieme quali sono i passi principali da svolgere se si è intenzionati a vendere di un immobile a Milano.

Un’attenta valutazione dell’immobile

Una buona vendita è sempre figlia di un’attenta valutazione dell’immobile. Qui il lavoro di una qualificata agenzia immobiliare potrà essere di grande aiuto. Bisognerà, però, diffidare dagli operatori del settore che promettono vendite a prezzi fuori dal mercato o a commissione zero. Ogni casa a Milano, come in ogni parte del mondo, ha il suo prezzo e per far si che sia venduta relativamente presto, ha bisogno dell’aiuto di un professionista serio che conosce il settore e soprattutto l’area territoriale.

La scelta di un’agenzia immobiliare Milano può risultare complicata, visto il grande numero di agenzie presenti, però dopo qualche ricerca in rete, un po’ di passaparola e anche la sensazione “a pelle” quando si incontrerà fisicamente l’agente immobiliare, la scelta risulterà più semplice.

Ho davvero bisogno di vendere casa?

Il primo quesito da porsi è “ho davvero bisogno di vendere il mio immobile”? Può sembrare una domanda retorica, ma a volte si è soliti prendere delle decisioni frettolose o di “pancia” anche per questioni importanti come la cessione di un immobile. A volte si vuole cedere la casa perché è la testimonianza di un ricordo negativo: la dipartita di una persona cara, un matrimonio finito male, o altri ricordi spiacevoli.

Spesse volte però, soprattutto nel mercato immobiliare, bisogna essere lungimiranti. Valutare se l’area dove è posta la casa potrà avere in futuro uno sviluppo migliorativo o se è destinata a degradare. Cose che inevitabilmente altereranno il valore economico della proprietà.

Se non si ha una grossa necessità economica impellente, allora, una buona alternativa alla cessione potrebbe essere un affitto dell’immobile. Garantirebbe un’entrata di denaro inferiore nell’immediato, ma lascerebbe la proprietà e la possibilità futura di trasferimento di proprietà a condizioni migliori.

L’importanza della documentazione in regola

Se si è deciso di affidarsi ad una agenzia immobiliare Milano, l’iter burocratico spetterà a quest’ultima. Tuttavia, prima di vendere casa è bene conoscere la documentazione necessaria affinché non ci siano dei ritardi che potrebbero far saltare la trattativa. Tra i documenti necessari alla cessione di un bene immobile troviamo:

  • documento di identità e codice fiscale del proprietario (anche del coniuge se vige il regime di comunione dei beni);
  • atto di provenienza, il titolo che certifica da dove si è acquisito il titolo di proprietà;
  • contratto preliminare e relative ricevute di pagamento degli acconti ricevuti;
  • documentazione catastale (visura storica e planimetria);
  • certificato di agibilità;
  • ricevute pagamento delle spese condominiali;
  • APE (attestazione di prestazione energetica).
Le virtù dell’infusione di CBD
Vendita online di accessori di decorazione e illuminazione