Le virtù dell’infusione di CBD

In passato, il modo in cui la cannabis veniva consumata era spesso basato sulla versione più tossica possibile, cioè il fumo. I consumatori che lo fanno illegalmente assorbono il tetraidrocannabinolo o THC, che è il provocatore degli effetti psicoattivi. Attualmente, un processo cinese vecchio di 2000 anni sta facendo un ritorno legale, l’infusione di canapa. Questo processo ha diversi vantaggi, a cominciare dall’eliminazione del THC.

Perché consumarli in infusione?

Le foglie di canapa contengono minime quantità di cannabinoidi e uno dei più famosi è il CBD o cannabidiolo. Questa sostanza non è considerata un narcotico, perché non causa dipendenza. Ovviamente, non provoca effetti psicotropi e deleteri.

L’infusione è un metodo per ottenere i suoi benefici. Infatti, le molecole sono conservate senza degradazione. Un altro vantaggio molto apprezzabile delle infusioni è la possibilità di aggiungere diverse piante che arricchiranno il gusto e i benefici della bevanda. Grazie a questo, si può scegliere per esempio un’infusione speciale per il sonno o un’infusione per la disintossicazione. Per vedere più informazioni e i diversi strumenti che puoi usare per godere dei benefici del CBD, clicca qui.

Benefici terapeutici

Proprietà antinfiammatorie

Anche se è oggetto di molte controversie, dovete sapere che la cannabis è stata usata per scopi terapeutici per molti anni in molti paesi come gli Stati Uniti. Il cannabidiolo è un ottimo analgesico, e giustamente. Ma non è tutto, perché può alleviare i sintomi di alcune malattie come l’artrite, la sindrome del colon irritabile o la sclerosi multipla. Inoltre, il corpo umano ha un sistema chiamato endocanabinoide. Interagendo, il CBD riduce significativamente l’infiammazione e rafforza il sistema immunitario. Va notato che il CBD non è usato per curare le malattie, ma piuttosto per lenire i sintomi e accompagnare i pazienti per un processo di guarigione più dolce e soprattutto più naturale.

Effetti sul sistema nervoso

Ecco un effetto significativo da ricordare, il CBD agisce sul sistema nervoso. Più esattamente, previene il declino cognitivo e per questo motivo, è usato per aiutare le persone con il morbo di Parkinson, l’Alzheimer o l’epilessia. Ma di nuovo, non cura queste malattie ma riduce il dolore, l’intensità delle crisi e aiuta i pazienti a vivere meglio con le malattie neurologiche. Pertanto, il consumo di un tè di canapa può contribuire alla protezione dei vostri neuroni in modo naturale e quindi sano.

Effetti sulla digestione ma anche sul rilassamento

Lenisce il dolore

La cannabis ha proprietà analgesiche, il che la rende efficace nel combattere il dolore. Diverse analisi scientifiche hanno dimostrato che la canapa agisce come antidolorifico senza gli effetti collaterali dei farmaci. Il consumo di una tisana può alleviare il dolore muscolare, articolare e osseo. L’effetto calmante è più duraturo quando viene infuso che quando viene inalato.

Digestione

Aiuta la digestione, allevia il bruciore e i crampi, riduce il reflusso acido e previene la stitichezza. Non otterrete mai tutte queste cose quando inalate il vapore di CBD o il fumo.

Riduce l’ansia e lo stress

Le persone che soffrono di ansia e stress quotidianamente si raccomanda di bere le tisane di queste piante. Gli effetti sono più presenti e duraturi, soprattutto perché si può consumare frequentemente.

Fare un infuso di canapa fatto a casa

La preparazione richiede solo pochi minuti se si seguono attentamente le istruzioni. Fare un’infusione con questa foglia non è improvvisato. Per prepararlo, avete bisogno dei seguenti ingredienti:

  • La base di ogni tisana, acqua bollente
  • Foglie, olio o resina di CBD
  • Un grasso (panna o olio vegetale, burro, latte, miele)

Poi, si può procedere alla preparazione:

  • Portare l’acqua a ebollizione in una casseruola
  • Aggiungere il grasso all’acqua
  • Sbriciolare le foglie o la vostra resina, poi metterle in un colino da tè
  • Lasciare in infusione per almeno 15 minuti e sarà pronto.

Ma perché aggiungere grassi all’infusione? Infatti, gli acidi grassi polinsaturi cattureranno il CBD e favoriranno l’assimilazione del corpo. D’altra parte, ovviamente aumenta il gusto. Tra l’altro, come qualsiasi altro tè, è possibile consumarlo regolarmente più volte al giorno. Ma per iniziare, puoi consumare fino a due tè al giorno. Aumentare la quantità man mano che si procede. Non preoccupatevi, non esiste il sovradosaggio di CBD. Quale tisana dovrei scegliere? Questo dipenderà dalle vostre esigenze e preferenze in termini di scelta e di gusto. Tuttavia, non dimenticare che ogni tisana ha le sue virtù e proprietà. È l’aggiunta della foglia che determinerà i loro effetti.

Vendita online di accessori di decorazione e illuminazione